69° Festival di Sanremo: ha vinto Mahmood con Soldi

0
69

La 69° edizione del Festival di Sanremo ha decretato il suo vincitore: ha vinto Mahmood con il suo brano Soldi. Loredana Bertè, indicata da molti come papabile vincitrice o perlomeno nei primi tre posti sul podio, solo quarta. E la platea del Teatro Ariston è insorta con urla e fischi

Mahmood ha vinto la 69° edizione del Festival di Sanremo. Quasi stentava a crederci che aveva vinto lui con il brano Soldi. “Grazie mille a tutti, non ci sto proprio credendo: è incredibile. Io devo ringraziare tutti quelli che mi hanno sostenuto, chi ha scritto con me il pezzo, mia madre e voi conduttori”. Era visibilmente incredulo Mahmood all’annuncio della sua vittoria al Festival, tanto che Virginia Raffaele l’ha abbracciato e gli ha detto: “E’ tutto vero”.

Mahmood, 27 anni, è arrivato al Festival grazie alla vittoria di Sanremo Giovani. Nato a Milano, da madre italiana e padre egiziano, nel 2018 aveva già pubblicato il suo primo ep, Gioventù Bruciata. Aveva già partecipato tra le Nuove Proposte nel 2016 e prima ancora nel 2012 a X Factor. Nel corso della conferenza stampa post ultima serata del Festival, ha dichiarato: “Io sono un ragazzo italiano al 100%. Quello che canto è solo un ricordo della mia infanzia. Sino fan della musica moderna, ho ascolti misti, dal cantautorato all’indie e mi sono lasciato contaminare. Il mio è Marocco-pop”.

Al secondo posto si è piazzato Ultimo con il brano I tuoi particolari e al terzo posto Il Volo con il brano Musica che resta. Delusione solo per il quarto posto di Loredana Bertè. Anche ieri sera Loredana aveva conquistato il cuore della platea dell’Ariston. Per la terza volta la cantante di Bagnara Calabra aveva fatto alzare il pubblico in piedi al termine della sua esibizione. Standing ovation dopo la sua esibizione con il brano Cosa ti aspetti da me.

Dal 5° al 24° posto ecco i piazzamenti di tutti gli altri big: Simone Cristicchi, Daniele Silvestri, Irama, Arisa, Achille Lauro, Enrico Nigiotti, BoomDaBash, Ghemon, Ex-Otaga, Motta, Francesco Renga, Paola Turci, The Zen Circus, Federica Carta e Shade, Nek, Negrita, Patty Pravo con Briga, Anna Tatangelo, Einar e, fanalino di coda soli 24°, Nino D’Angelo e Livio Cori.

 

 

Due sono stati i momenti emozionanti durante la gara dei Big, quando sono arrivati i super ospiti. Il primo è stato Eros Ramazzotti. Platea dell’Ariston tutta in piedi: Ha cantato Adesso tu, che vinse il Festival di Sanremo nel 1986, duettando con Claudio Baglioni. Il secondo super ospite, Elisa. Brividi d’emozione quando con Claudio Baglioni ha reso omaggio a Luigi Tenco, in un’intensa versione a due voci di Vedrai vedrai, brano del 1965, forse il più bello dei brani del repertorio del cantautore ligure, tragicamente scomparso nel 1967. Platea tutta in piedi. Prima del duetto con il direttore artistico, Elisa aveva intonato Anche Fragile, il suo ultimo singolo.

Prima della proclamazione dei vincitori di questa edizione del Festival, sono stati assegnati dei Premi, eccoli: Premio della critica “Mia Martini” e Premio “Lucio Dalla” a Daniele Silvestri per Argentovivo; Premio “Sergio Endrigo” alla migliore interpretazione a Simone Cristicchi per Abbi cura di me; Premio “Sergio Bardotti” per il miglior testo a Daniele Silvestri per Argentovivo; Premio “Giancarlo Bigazzi” per la migliore composizione musicale a Simone Cristicchi per Abbi cura di me; Premio Tim Music per il brano più ascoltato a Ultimo per I tuoi particolari.

Gli ascolti. La quinta e ultima serata del 69° Festival di Sanremo è stato visto da 10.622.000 telespettatori, con uno share pari al 56.5%. Claudio Baglioni, dunque, non è riuscito a bissare il record della serata finale dell’anno scorso, che aveva garantito al Festival un picco di ascolti. L’ultima serata del Festival di Sanremo dell’anno scorso era stata seguita da 12.125.000 telespettatori con uno share pari al 58.3%.

Claudio Baglioni, comunque, direttore artistico e conduttore per il secondo anno, seppur non ha fatto gli stessi ascolti dell’anno scorso, si può dire che ha raggiunto il suo obiettivo: rimettere al centro la musica in tutti i suoi generi e forme.

Giancarlo Leone 

Nessun commento