RideRai su Rai Radio Due

0

Che ci fa Pino Insegno alla radio in un programma che si chiama RideRai? Ci sta benissimo e a suo agio. Su di lui, attore comico ormai apprezzato è stato costruito un programma alimentato dalla comicità di tutti i tempi, dalle voci del passato a quelle più
recenti che sentiamo quotidianamente.

Con la conduzione di Pino Insegno, RideRai vuole rendere omaggio alla storia della comicità in Radio, proponendo ogni settimana un percorso inedito nel mondo della risata. Un mix di storytelling, di materiali di archivio e di interviste ai protagonisti.  

 

Il programma è come un jukebox radiofonico della comicità che pesca nello sterminato Archivio della Rai per riscoprire insieme agli ascoltatori il meglio della storia di Radio Rai. La prima puntata è andata in onda il 21settembre 2020 e la prima voce che abbiamo sentito è stata quella di Walter Chiari 

 

E così via di seguito con Franca Valeri, Alberto Sordi, Enrico Montesano, Nuzzo Di Biase, Monica Vitti, Lino Banfi, e addirittura uno scambio di battute ironiche tra Sophia Loren e Lello Bersani che la intervistava agli esordi della sua carriera.

 

 

La puntata si è chiusa, come del resto anche tutte le altre, con le barzellette di un altro grande della comicità come Gino Bramieri. Il programma dura un’ora e ogni puntata ha un tema: Amori e coppie irresistibili; Automobili e risate; Tutte le risate minuto per minuto; ecc.

Azzeccata la scaletta musicale. Forse i brani sono un po’ troppo lunghi rispetto alla lunghezza degli sketch. Una carrellata di voci che ci terrà compagnia e di ottimo umore in un orario (quasi alla fine della giornata) proprio quando probabilmente ne abbiamo veramente bisogno. Sono tutte voci e scenette che sicuramente avremo sentito nei vari programmi e che troveremo tutte insieme in questa trasmissione.

 

RideRai va in onda ogni domenica dalle 21 alle 22 su Rai Radio Due in FM 91,7. Non perdetela ma, se vi succederà, le troverete tutte sul sito https://www.raiplayradio.it/programmi/riderai

Raffaele Vincenti

Condividi
Articolo precedenteUna Venere molto sensuale a teatro
Prossimo articoloLa nuova campagna integrata di Nutella
Raffaele Vincenti
Laurea in Sociologia. Dal 1972 al 2012 dipendente Rai: TV, Radio e ultimi 12 anni alla Direzione Teche. Ha pubblicato La prima volta del telefono (La storia del 3131 dal 1969 al 1995) Eri 2009 e Cento voci dall'Italia (I documentari e le inchieste di Radio Rai dal dal 1945 al 2011) Eri 2011. E' autore di articoli sulla radio in varie pubblicazioni. Per i 90 della radio (2014) ha scritto Intervista impossibile a R.Hertz e rappresentata in teatro con M. Mirabella. Tiene corsi di Storia della Radio alla Facoltà di Sociologia di Roma.

Nessun commento