Tic on line #IncursioniArtisticheDiMutualità

0

Al via il programma di iniziative digitali dei Teatri in comune Teatro biblioteca Quarticciolo, Teatro Tor Bella Monaca, Teatro del Lido di Ostia e Teatro Villa Pamphilj: la rete plurale coordinata dal Teatro di Roma – Teatro nazionale.

In tempi di Covid-19 fa un certo effetto sentir parlare di teatro: per definizione è un’attività al momento impossibile, a meno che…. A meno che i teatri non facciano parte del circuito dei Teatri in Comune. Nel senso di spazi culturali di proprietà del Comune di Roma: ma non vuol dire che i teatri comunali possono riaprire senza problemi. Ci mancherebbe! Soltanto che, in quanto tali, possono permettersi delle iniziative altrimenti impossibili. E l’idea di stiamo per parlarvi è sicuramente interessante e costruita su misura per questo triste periodo che tutti noi stiamo vivendo.

Si chiama TIC ON LINE,e si tratta di un progetto di iniziative digitali condiviso dai Teatri in ComuneTeatro Biblioteca Quarticciolo, Teatro Tor Bella Monaca, Teatro Lido di Ostia e Teatro Villa Pamphilj – tutti facenti parte del Sistema di Teatro Pubblico Plurale, coordinato dal Teatro di Roma e promosso da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita Culturale.

Il comune denominatore è quello di “sperimentare creatività differenti, affinché il distanziamento fisico non diventi anche culturale. Mutare, reinventarsi, rinnovare linguaggi, formati e modalità sono tratti distintivi del fare teatro”.

Il tutto nell’ottica di consolidare percorsi di inclusione sociale e culturale, che puntano alla sperimentazione di nuovi linguaggi artistici per immaginare un futuro insieme alle comunità di riferimento.

Letture, interviste, musica dal vivo, progetti inediti per il web, interventi teatrali, tutorial, video, attività per piccoli e ragazzi, e tanti appuntamenti live compongono questo specialissimo cartellone di proposte virtuali, tutti fruibili attraverso i canali social dei quattro Teatri (Facebook, Instagram e siti web), e inseriti nella programmazione digital #TdROnline del Teatro di Roma, aderendo alla campagna #iorestoacasa e al programma #laculturaincasa di Roma CapitaleAssessorato alla Crescita culturale.

Un’iniziativa utile e necessaria per tenere viva l’attenzione di artisti e operatori; ma soprattutto una forma di ripartenza rivolta a fidelizzare il proprio pubblico ma anche ad attirare nuove fasce di possibili utenti.

Salvatore Scirè

Condividi
Articolo precedenteIl MAMbo cambia nome
Prossimo articoloMilano Art Week Marathon
Salvatore Scirè
giornalista e fotografo – commediografo e regista teatraleLaureato in Giurisprudenza, ha studiato lingue straniere e musica. In campo giornalistico si è occupato di vari temi, ma ha sempre prediletto il reportage geografico, formando testi e foto e pubblicando su importanti testate nazionali.E’ autore di tre libri fotografici: Roma nel cuore (Rizzoli Editore l982, prefazione di Carlo Lizzani) Gargano spettacolo della natura (Ed. Magnus 1987, prefazione di Nantas Salvalaggio) Roma colori del tempo (Il Capitello 1989 - II ediz. 2000 - prefazione di Giulio Andreotti). Ha pubblicato il saggio umoristico Donne... maneggiare con cura! (Liux Edizioni 2012)Da 22 anni scrive per il teatro come commediografo; da 16 anni si occupa anche di regia teatrale. Ha scritto una ventina di commedie, tra cui Professione separata! Ciao papà, ti presento mia madre!Cocktail di scambi; C’è un morto giù in cantina!

Nessun commento