Expat su Radio 3 Rai

0

Il 1° febbraio del 2020 è nata su Radio 3 Rai una nuova trasmissione. Expat è il nuovo programma che vuole scavare sotto i numeri in continua crescita delle foto 1nuove migrazioni per raccogliere in particolare le voci di italiani tra i 20 e i 40 anni. Questa nuova idea radiofonica è veramente quella che mancava.

Quali sono gli intenti del programma? Ascoltare le storie per capire cosa vuol dire vivere altrove, trovare un lavoro, fare figli, impegnarsi politicamente, affrontare la burocrazia, costruire relazioni, parlare pensare e vivere in una lingua diversa. 

 

E ancora: cosa ti manca dell’Italia quando vivi nella città più vivibile del mondo? Con che tempi e modi si impara a fare l’abitudine? A quale delle nuove conquiste non sei più disposto a rinunciare? Quale di queste ti porteresti in Italia? 

 

 

Expat (storie di italiani nel mondo) è un programma cheessenzialmente coinvolge i giovani, quelli che sono all’estero ma anche quelli che vivono in Italia e che vogliono sapere che succede ai loro coetanei che hanno fatto questa scelta. Chi poteva condurre una trasmissione come questa se non due giovani? Vediamo chi sono. 

 

Marco Motta dal 2004 è nella redazione di Radio3 Scienza, il quotidiano scientifico di Radio3 Rai, e ogni tanto lo troviamo anche davanti al microfono. Ha collaborato con diverse testate, tra le quali L’Espresso, Il Manifesto, Sapere, Galileonet, Lettera Matematica Pristem.  

 

 

Sara Sanzi è social media manager per Radio3 RAI. Giornalista, ha lavorato come autrice e conduttrice per i tre canali web di Radio RAI e per alcune testate cartacee e on line. Dietro le quinte di vari eventi culturali, è tra i promotori del festival letterario “Sulla terra leggeri”. 

 

Expat (storie di italiani nel mondo) va in onda su Radio 3 Rai in FM 93,7 ogni sabato alle 10.15. Le poche puntate andate in onda sono disponibili in podcast sul sito della trasmissione https://www.raiplayradio.it/programmi/expat

Buona radio da Raffaele Vincenti

Condividi
Articolo precedenteIntervista con Daniela Terreri
Prossimo articoloOleificio Zucchi torna in tv
Raffaele Vincenti
Laurea in Sociologia. Dal 1972 al 2012 dipendente Rai: TV, Radio e ultimi 12 anni alla Direzione Teche. Ha pubblicato La prima volta del telefono (La storia del 3131 dal 1969 al 1995) Eri 2009 e Cento voci dall'Italia (I documentari e le inchieste di Radio Rai dal dal 1945 al 2011) Eri 2011. E' autore di articoli sulla radio in varie pubblicazioni. Per i 90 della radio (2014) ha scritto Intervista impossibile a R.Hertz e rappresentata in teatro con M. Mirabella. Tiene corsi di Storia della Radio alla Facoltà di Sociologia di Roma.

Nessun commento