Nastri D’Argento 2019: 11 Nomination per Il Traditore di Marco Bellocchio

0
17

Apprezzato dal pubblico del Festival di Cannes (13 minuti di applausi dopo la proiezione ufficiale il 23 maggio scorso) e colpevolmente ignorato dalla Giuria, Il Traditore conquista 11 nomination (tra cui Miglior Film e Migliore Regia) alla 73esima edizione dei Nastri d’Argento il prestigioso premio assegnato ogni anno dalla giuria dei giornalisti cinematografici italiani.

Nella cerimonia di premiazione a Taormina il prossimo 29 giugno il film di Marco Bellocchio si contenderà i vari riconoscimenti con gli altri pluricandidati: 8 nomination per, Il primo Re di Matteo Rovere, La paranza dei bambini di Claudio Giovannesi e Il vizio della speranza di Edoardo De Angelis, seguiti con 7 da Euforia di Valeria Golino, unica regista in sfida per la migliore regia, la sola categoria dove le candidature sono 7 e non 5.

Sono 7 anche le nomination per Capri-Revolution di Mario Martone. Seguono, con 4 , Suspiria, Il Campione e Moschettieri del re – La penultima missione e con 3 candidature Ma cosa ci dice il cervello, Ricordi?, Troppa grazia e Una storia senza nome.

Curiosità per il riconoscimento al miglior ‘cameo’ dell’anno che ha premiato eccezionalmente Adriano Panatta nella parte di se stesso ne La profezia dell’armadillo: un’apparizione divertente diventata a tempo di record un tormentone anche in rete.

Assegnato al regista Alessio Cremonini e agli interpreti Alessandro Borghi e Jasmine Trinca il premio Nastro dell’anno 2019 per il film Sulla mia pelle con la motivazione che sottolinea “il valore di una ricostruzione oggettiva che ha messo in scena, oltre alla battaglia per la verità di Ilaria Cucchi, con toccante semplicità anche il racconto del dramma privato di una famiglia che, nella sua sofferenza, non si è mai arresa”.

 

Tra i premi più ambiti, oltre al miglior film e miglior regia, quella del miglior attore e attrice protagonista.

I candidati sono per miglior attore protagonista:

Pierfrancesco Favino (Il Traditore); Alessandro Borghi (Il Primo Re); Andrea Carpenzano (Il Campione); Marco Giallini e Valerio Mastandrea (Domani è un altro giorno); Riccardo Scamarcio (Euforia, Il Testimone invisibile, Lo Spietato).

 

Migliore attrice protagonista: Anna Foglietta (Un giorno all’improvviso); Marianna Fontana (Capri-Revolution); Micaela Ramazzotti (Una storia senza nome); Thony (Momenti di trascurabile felicità); Pina Turco(Il Vizio della Speranza).

 

 

Il sindacato dei Giornalisti cinematografici assegna inoltre al genere Commedia un premio a parte per film, attore e attrice protagonista le cui nomination si possono trovare al link dedicato http://www.nastridargento.it/ insieme a tutte le altre informazioni sulle varie categorie e i candidati.

L.M.

Nessun commento