Al Teatro Vittoria Pino Strabioli in scena con “SpettAttori”

0

Una delle commedie di maggior successo di Mychael Frayn è la celeberrima Rumori fuori scena”, che la compagnia stabile del Teatro Vittoria ha messo in scena più volte in epoca recente. Una divertentissima pièce ed esempio emblematico di Teatro nel Teatro, in cui l’Autore narra il variegato e impensabile mondo che si nasconde “dietro le quinte”.

Ebbene, pochi sanno che lo stesso Frayn ha scritto un’altra commedia che fa il paio con Rumori fuori scena”: stiamo parlando di SpettAttori”, in cui gli attori si trasformano in spettatori: il palco diventa così una seconda platea; gli spettatori entrano in sala e si ritrovano di fronte altri spettatori che li guardano prendere posto. Il sipario si alza e sono gli stessi spettAttori a dare voce ai pensieri degli spettatori. Gli uni rappresentano gli altri, con le loro stesse reazioni, con i loro commenti ad alta voce, con i loro piccoli tic, con la loro quotidianità.

 

Gli spettAttori riproducono ciò che il pubblico di teatro fa tra le file di platea: ed ecco giungere affannati i ritardatari per problemi di parcheggio che tentano di prender posto, scatenando le ire dei vicini; i colpi di tosse che si contagiano di poltrona in poltrona; il signore che si sveglia improvvisamente sussultando; il giovanotto che amoreggia con la sua compagna. In altre parole, quello che avviene in scena è semplicemente la schiacciante e realistica riproduzione di ciò che avviene tra gli spettatori di un qualunque teatro. I riflettori illuminano atteggiamenti e dinamiche che, prese in prestito al buio della platea, prendono vita su una seconda platea, specchio e lente d’ingrandimento.

Ovviamente, il risultato non può che essere di esilarante comicità, grazie anche alla genialità del testo scritto dal grande commediografo inglese.

La commedia torna al Teatro Vittoria di Roma dopo 20 anni, grazie a un cast di grande di tutto rispetto, guidato e diretto da un bravissimo Pino Strabioli. Con lui, sul palcoscenico, Orsetta De Rossi e Luca Ferrini, oltre a un nutrito gruppo di altri dieci attori, o meglio…. “spettattori”!

Sicuramente uno spettacolo da non perdere!

Fino  al 12 maggio 2019

Teatro Vittoria – P.za S.Maria Liberatrice – Roma

Info: 06.5740170

Salvatore Scirè

 

Condividi
Articolo precedenteTrionfa “Regalo di Natale“ dei fratelli Pupi e Antonio Avati al Teatro Quirino
Prossimo articoloLe xilografie di Franz Gertsch a Chiasso
Salvatore Scirè
giornalista e fotografo – commediografo e regista teatraleLaureato in Giurisprudenza, ha studiato lingue straniere e musica. In campo giornalistico si è occupato di vari temi, ma ha sempre prediletto il reportage geografico, formando testi e foto e pubblicando su importanti testate nazionali.E’ autore di tre libri fotografici: Roma nel cuore (Rizzoli Editore l982, prefazione di Carlo Lizzani) Gargano spettacolo della natura (Ed. Magnus 1987, prefazione di Nantas Salvalaggio) Roma colori del tempo (Il Capitello 1989 - II ediz. 2000 - prefazione di Giulio Andreotti). Ha pubblicato il saggio umoristico Donne... maneggiare con cura! (Liux Edizioni 2012)Da 22 anni scrive per il teatro come commediografo; da 16 anni si occupa anche di regia teatrale. Ha scritto una ventina di commedie, tra cui Professione separata! Ciao papà, ti presento mia madre!Cocktail di scambi; C’è un morto giù in cantina!

Nessun commento