Le due Pietà per il Duomo di Milano

0
71
Museo Diocesano Carlo Maria Martini Milano

Quest’esposizione presentata al Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano, offre per la prima volta la possibilità di vedere confrontate le due predelle raffiguranti La Pietà create da Lucio Fontana nel 1954 e 1955. La mostra resterà aperta fino al 5 maggio 2019.

Lucio Fontana
Pala della Vergine Assunta bozzetto in gesso 1954 -1955 Museo
Diocesano Carlo Maria Martini Milano

 

 

Nella Sala Fontana del Museo dove sono riuniti alcuni bozzetti in gesso per il concorso della quinta porta della cattedrale del 1950 e la Via Crucis in ceramica bianca del 1955, permettono di riflettere sullo svolgimento dell’arte creativa sacra di Lucio Fontana, artista italo-argentino che ha concluso la sua vita terrena a Milano, questo confrontando le due versioni in gesso della predella della Pietà, nonché il bozzetto dal vero per la monumentale pala dell’Assunta.

 

 

 

Lucio Fontana
Deposizione di Cristo bozzetto in gesso prima versione 1954 Veneranda
Fabbrica del Duomo di Milano

Queste tre opere sono riunite insieme eccezionalmente. La Deposizione di Cristo bozzetto della predetta della Pala dell’Assunta presentata da Lucio Fontana alla Veneranda Fabbrica del Duomo, è un modello in gesso esposto solo recentemente al pubblico poiché si trovava presso il Cantiere Marmisti, noto sino ad oggi tramite riproduzioni pubblicitarie d’archivio. Rappresenta la Vergine inginocchiata che sorregge il corpo del Cristo morto semisdraiato di spalle con la testa riversa all’indietro.

Lucio Fontana
Deposizione di Cristo bozzetto in gesso II° versione 1954 Museo Diocesano Carlo
Maria Martini Milano

Il restauro è stato possibile grazie al contributo della Borsa italiana e mostrato in pubblico soltanto il 15 gennaio 2019, in occasione della mostra L’arte in movimento. Lucio Fontana per il Duomo di Milano 1936-1956 e in seguito tornerà al Museo del Duomo. Proprio per il suo linguaggio espressionistico, la committenza lo rifiutò e l’artista nel 1955 ne creò, sempre in gesso, una per il concorso bandito dalla Veneranda Fabbrica del Duomo quando Papa Pio XII proclamò il dogma dell’Assunta. 

 

Lucio Fontana
Pala della Vergine Assunta fusione postuma in bronzo 1972 Museo dal Duomo

 

Questa scultura era di dimensioni monumentali ai piedi della quale era posta una predella di dimensioni più ridotte raffigurante La Pietà. Dopo la presentazione di alcuni bozzetti andati dispersi, la Veneranda Fabbrica chiese che fosse eseguito un modello scala 1:1, quindi di dimensioni reali, che avrebbe poi dovuto essere in marmo di Candoglia e posto sull’altare di Sant’Agata. La commessa non andò mai in porto, solo nel 1972 ne fu realizzata una fusione in bronzo e posta sull’altare di Sant’Agata in Duomo.

Savina Fermi

Nessun commento