Un valzer tra gli scaffali di Thomas Stuber al cinema

0
24

San Valentino si sta avvicinando a grandi passi e sempre di più cresce, per il giorno degli innamorati, un’interessante scelta di film destinata al 14 febbraio. Tante pellicole, e vi assicuriamo, molto più apprezzate di un semplice mazzo di fiori destinati ad appassire, mentre certi film, sembrano fatti apposta per restarci nel cuore e nel ricordo,  per un periodo decisamente più lungo… 

Uno di questi lavori così decisamente particolari, è Un valzer tra gli scaffali, presentato alla Berlinale 2018 vincendo il Premio della Giuria indipendente e quello   della Giuria Ecumenica che,  nella sua motivazione scrive ‘Se la vita è un supermercato, allora ciò di cui abbiamo bisogno non si trova sugli scaffali, ma nelle corsie. Il film mostra in modo artisticamente convincente cosa si intende per Beati i puri di cuore’.

E, con questo viatico, ecco arrivare in sala da noi il bel film del regista tedesco Thomas Stuber In Den Gangen con Fran Regowski, Sandra Huller, e Peter Kurth, che da noi suona come Un Valzer tra gli scaffali, un film poetico che inizia, in uno sconfinato supermercato di una piccola città della Germania dell’est, sulle note de
Sul bel Danubio blu,  mentre i carrelli per spostare le merci, si muovono  in alto e in basso, come in un valzer,  per gli interminabili corridoi.

 

Immagini con il sottile fascino di un sogno, mentre l’evocazione di qualcosa di poetico, contrasta la quotidianità, legata alla monotonia della ripetizione , dove la gente, clienti o impiegati,  è unicamente coinvolta nel monotono  riempire o a svuotare, tutte quello che c’è dalla base al  soffitto,  in un valzer, o magari un tango,  senza pause e senza fine.

Ed in mezzo al nulla,  o meglio ad un non coinvolgimento, ecco che spunta qualcosa di più umano. L’ultimo arrivato, Christian, ragazzo giovane ma già segnato da tatuaggi, ricordi di qualche  breve permanenza in prigione, oltre ad imparare, trova, nel reparto dolciumi, Marion, una dolce e bionda impiegata del reparto dolciumi…

 

Ma la vita è piena di tante cose, come tante cose e tanti affanni ci sono anche in questo mega magazzino… di più non vi diciamo , perché questo è un film che va visto e non …raccontato…

 

Allora  ricordate, meglio di una scatola di cioccolatini che ingrassano o di qualche rosa fuori stagione, destinata ad appassire dans l’espace d’un matin,  meglio festeggiare San Valentino con un bel film che vi resterà nell’anima.  AUGURI e buon SAN VALENTINO A TUTTI!!!

Mariangiola Castrovilli

 

Nessun commento