La III serata del Festival all’insegna del “vintage”

0
26

E’ andata. Anche la terza serata del 69° Festival di Sanremo si è conclusa. La serata è stata dominata dagli ospiti “vintage”: Antonello Venditti, Ornella Vanoni, Raf e Umberto Tozzi

 

 

 

 

La terza serata del 69° Festival di Sanremo è stata dominata dagli ospiti “vintage”. Claudio Baglioni con questo suo secondo Festival è riuscito ad ipnotizzare tutto il pubblico che ha seguito la grande kermesse. Siamo tornati indietro di 40 anni, come se fossimo saliti sulla macchina del tempo. Antonello Venditti, che mancava dal Festival di Sanremo da 18 anni, sempre come ospite, mai come cantante in gara, ha emozionato con la sua Sotto il segno dei pesci, regalando poi un altro brano, un classicone, cantato con Claudio Baglioni: Notte prima degli esami.

Ecco Ornella Vanoni che abbraccia Patty Pravo. Ma non erano nemiche una volta? Forse non si sono riconosciute. Poi Raf e Umberto Tozzi con Gente di mare, Battito animale e tutti i successi snocciolati in un medley da brividi che fa ballare tutto l’Ariston. E poi tutti in coro, un quintetto sul palco (Claudio Baglioni, Claudio Bisio, Virginia Raffaele, Raf e Umberto Tozzi) e il pubblico cantano Si può dare di più. Ma quando sentiamo Motta – uno dei dodici cantanti che si sono esibiti ieri sera, dopo i primi dodici della serata precedente – con il brano Dov’è l’Italia, l’incantesimo si rompe. Tristemente eccoci con un salto di 40 anni, siamo ritornati nel 2019.

I

Ieri sera Ultimo, con il brano I tuoi particolari, si è confermato tra i papabili al successo con una performance molto applaudita. Francesco Renga, con il brano Aspetto che ritorni, è stato molto applaudito. Simone Cristicchi, con Abbi cura di me, ci ha deliziato con i suoi versi. I Boomdabash con Per un milione ci hanno fatto sognare i Caraibi. Irama con La ragazza con il cuore di latta ci ha tolto il sorriso con la sua storia di violenza.

Anna Tatangelo si è presentata in splendida forma, molto sexy, con il suo brano Le nostre anime di notte.

Un’altra ospite che ha suscitato grandi emozioni e una standing ovation è stata ieri sera Alessandra Amoroso. E’ un pianto liberatorio a chiudere la sua esibizione, ospite per festeggiare i dieci anni di carriera. “Dieci anni miei e dieci anni tuoi” – ha detto l’artista a Baglioni – “perché sei stata la prima persona che mi ha dato una mano e che in questi dieci anni mi ha aiutato a capire qualcosa di più della musica”. La cantante ha prima intonato il suo ultimo singolo, Dalla tua parte e poi con Baglioni ha reso omaggio alla celebre canzone di Pino Donaggio, Io che non vivo, che il cantante presentò al Festival di Sanremo del 1965. Mahmood, con la canzone Soldi, ha vinto il Premio Jannacci.

Gli applausi più sentiti se li è meritati Serena Rossi, splendida nel ricordo di Mia Martini, che sul palco ha detto: “Quando pensavo a Mimì prima di studiare per questo film, pensavo a un’ingiustizia, una violenza, una discriminazione. Invece era una grande artista e una grande donna ed il momento di chiederle scusa per quello che le hanno fatto”. Un ricordo commosso e commovente di Mia Martini sul palco dell’Ariston in occasione della messa in onda di Io sono mia su Raiuno il 12 febbraio: la protagonista Serena Rossi ha cantato Almeno tu nell’universo con Claudio Baglioni che poco prima aveva ricordato il suo incontro con l’artista agli inizi degli Anni 70 e ha fatto leggere a Virginia Raffaele Oltre la collina, che scrisse per lei proprio in quegli anni.

Anche ieri sera i cantanti sono stati votati. Ecco la classifica parziale della terza serata secondo la giuria della sala stampa: AREA GIALLA: Motta (Dov’è L’Italia); Enrico Nigiotti (Nonno Hollywood); Francesco Renga (Aspetto che torni); The Zen Circus (L’amore è una dittatura). AREA BLU: Francesco Cristicchi (Abbi cura di me); Irama (La ragazza con il cuore di latta); Mahmood (Soldi); Ultimo (I tuoi particolari). AREA ROSSA: Boomdabash (Per un milione); Nino D’Angelo e Livio Cori (Un’altra luce); Patty Pravo con Briga (Un po’ come la vita); Anna Tatangelo (Le nostre anime di notte).

 

Gli ascolti: la terza serata della 69° edizione del Festival di Sanremo è stata vista da 9.408.000 telespettatori, con uno share del 46.7%. La terza serata del Festival di un anno fa, sempre con Baglioni, era stata vista da 10.825.000 telespettatori con uno share del 51.6%.

Giancarlo Leone

Nessun commento