I cantanti della II serata di Sanremo

0
78

Solo dodici cantanti, per la seconda serata del 69° Festival di Sanremo, si sono esibiti sul palco dell’Ariston. Stasera gli altri dodici.

 

 

Ieri sera, per la seconda serata del 69° Festival di Sanremo, si sono nuovamente esibiti 12 dei 24 cantanti in gara, che hanno fatto riascoltare il loro brano. Stasera riascolteremo gli altri 12.

 

 

Achille Lauro, con la sua ventata rivoluzionaria rapper, con Boss Doms, ha trascinato la platea con il brano Rolls Royce. Le Parole nuove di Einar restano nel limbo di quelle incomprensibili. I tre ragazzi de Il Volo, con Musica che resta, hanno cantato meglio della prima serata, tanto è vero che hanno ricevuto più applausi da parte del pubblico. Arisa, con Mi sento bene, l’ha dimostrato, svolazzando da un punto all’altro del palcoscenico.

Nek, con Mi farò trovare pronto, è stato pieno di energia per il suo brano. L’Argentovivo di Daniele Silvestri ha fatto riflettere, mettendo in cattedra il cantautorato del testo duro con il ritmo del rap di Rancore. Il brano degli Ex-Otago, Solo una canzone, non decolla, mentre Ghemon, con Rose viola, è stato audace.

 

Loredana Bertè, con Cosa ti aspetti da me, è piaciuta per la sua grinta e alla fine ha avuto una standing ovation prolungata, tanto che la cantante è rimasta un attimo sul palco a ringraziare visibilmente commossa. Paola Turci, con L’ultimo ostacolo, ha riportato un po’ di calma con la sua ballata morbida e sensuale.

 

 

Grintosi i Negrita, con il brano I ragazzi stanno bene. Senza infamia e senza lode, ha chiuso la parziale kermesse canora il duo Federica Carta e Shade con il brano Senzafarlo apposta.

 

 

La pagella parziale della seconda serata dei 12 cantanti: Zona Blu: Achille Lauro, Arisa, Loredana Bertè, Daniele Silvestri 

Zona Gialla: Ex-Otago, Ghemon, Il Volo, Paola Turci

Zona Rossa: Einar, Federica Carta e Shade, Negrita, Nek

Giancarlo Leone       

Nessun commento