Incontro con L. Cuccarini e G. Ingrassia a teatro

0
140

Dopo vent’anni Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia, la coppia storica del musical Grease, torna ancora una volta insieme dal 20 novembre al Teatro Olimpico in uno spettacolo di prosa, scritto e diretto da Gabriele Pignotta, Non mi hai più detto…ti amo. Una commedia ironica, appassionante, cucita addosso a due protagonisti istrionici, magistralmente bravi e affiatati.

Giampiero, qual è la trama di questa commedia?

Il fulcro di questa pièce è la famiglia, baricentro della società. E’ la storia di una famiglia italiana contemporanea – spiega l’attore – costretta ad affrontare un cambiamento repentino e che alla fine di un percorso difficile ed intenso si ritroverà completamente trasformata e più solida”.

 

Qual è il personaggio che lei interpreta?

Interpreto Giulio, un medico cinquantenne, una persona onesta, presa molto dal suo lavoro. Un uomo che si appoggia completamente alla moglie, Serena, interpretata da Lorella. Lei si è annullata come donna per dedicarsi alla famiglia. Giulio e i figli sono abituati ad avere tutto organizzato. Ma quando Serena avrà un problema, dovrà allontanarsi da casa”.

E che succede?

Giulio sarà costretto a farsi forza per ricominciare, anzi cominciare a badare a tutto. E’ una bella commedia con un lieto fine e aiuterà il protagonista a maturare e a capire determinate cose”.

 

Lorella come si è trovata in un ruolo diverso da quelli interpretati in passato, una mamma?

Al culmine della mia maturazione artistica ho accettato di interpretare un ruolo congeniale, una mamma – commenta l’attrice – che trova la forza di mettersi in discussione in seguito a questo incidente di percorso. Questa moglie-mamma ha la responsabilità di tutta la famiglia e si rende conto coraggiosamente che vuole recuperare il suo essere donna rimettendo in gioco l’equilibrio su cui poggia la famiglia”.

E i due figli ventenni, Matteo e Tiziana, sono coinvolti da questo cambiamento?

Anche loro andranno incontro ad una crisi profonda, ma ognuno poi riuscirà a trovare delle risorse interiori che porteranno la famiglia a ricomporsi in un avvincente finale a sorpresa”.

 

Perché questa commedia nelle città dove siete stati ha avuto tanto successo?

Il successo sta forse nel fatto che il pubblico si identifica nei nostri personaggi e trova degli spunti di riflessione in quello che raccontiamo”.

Giampiero, quali saranno i suoi progetti futuri?

Le repliche di questo spettacolo le abbiamo riprese dall’ottobre scorso, dopo una fortunata tournée prima dell’estate scorsa. Finiremo intorno ai primi di febbraio, ma al momento non vedo altri impegni”.

Lorella i suoi progetti futuri?

Mi piacerebbe lavorare per il cinema ma non escludo la possibilità di poter partecipare con un nuovo disco al prossimo Festival di Sanremo. Non pongo limiti, mi piace fare spettacolo a 360 gradi”.

Giancarlo Leone    

 

Nessun commento