Vittorio Fava Libri d’artista

0
90
Vittorio Fava Libro Piumato 2004

All’interno della Casina delle Civette di Villa Torlonia a Roma, Vittorio Fava dal 21 giugno al 30 settembre 2018 presenta i suoi Libri d’artista con la mostra “Libri d’Artista Biblioteca del Principe”. L’esposizione è curata da Stefania Severi e Maria Grazia Massafra.

Vittorio Fava
Libro di Pompei 2013 (interno)

La mostra che comprende circa 20 libri d’artista tutti sfogliabili e decorati all’interno e all’esterno con disegni, scritte, collage di merletti, bottoni, medaglie, monete e quant’altro, sono pensati proprio per il luogo. Nella Casina delle Civette si è ritrovato molto dell’arredamento, ma nessun libro e dato che il Principe si interessava di alchimia, arti esoteriche, zoologia, botanica e di tutti gli animali raffigurati nelle celebri vetrate, sembra impossibile non avesse alcun testo.

 

Vittorio Fava
Libro delle Streghe 2017

Vittorio Fava nato nel 1948 che ha iniziato negli anni ‘70 con creare oggetti realistici o pop e le sue opere partendo dal libri d’artista coinvolgono la pittura, la scultura. le incisioni e i mobili scolpiti, ha voluto ricreare una Biblioteca per il principe seguendo la natura di questi. Va ribadito che un uomo di grande cultura come Giovanni Torlonia doveva per forza avere una biblioteca. Quella di di Arti Applicate si trova nella Dipendenza.

 

Vittorio Fava
Libro di Cleopatra l’Alchimista 2011

Quindi inseriti nei vari luoghi della Casina ci sono ora i libri d’artista di Vittorio Fava come omaggio e ricordo del Principe. Il libro d’artista è nato con il Futurismo nel 1909, interamente eseguito a mano e ce ne sono di varie tipologie, da quelli che vedono nelle pagine delle incisioni, a libri oggetto non sfogliabili. Fava lo scorso anno ha realizzato il Codice della Civetta diuma per partecipare alla mostra “Tre civette sul comò” che ha avuto tanto successo.

 

Vittorio Fava
Libro grande dell’Alchimia ( intero) 2014

 

In quel contesto ha pensato di realizzare, creando anche i supporti, una biblioteca all’interno la Casina delle Civette con la sua opera. Questo poiché durante l’esposizione il suo libro era posizionato su un tavolino all’ingresso e non si poteva mancare di sfogliarlo incuriosendo molto. Tra le opere esposte nel Fumoir c’è il Grande Libro della Musica: nella Stanza del chiodo un libro dedicato a Cambellotti che ha disegnato le celebri vetrate.

 

 

Vittorio Fava
Codice della Civetta diuma

Nella Camera da letto del Principe, data la sua propensione all’esoterismo e all’alchimia, ce ne sono due Cleopatra alchimista e Grande libro dell’alchimia dove ci si può sedere per consultarlo; nella Stanza della Fata c’è un libro sulle sorellastre Le Streghe; nel Bagno del Principe dove c’è ancora un frammento del rivestimento in ceramica, c’è il Libro della ceramica. i libri non sono solo quelli citati, ma ve ne sono anche altri E’ veramente un’esposizione creata per il luogo. Tra chi avrà scritto della mostra e della Casina delle Civette verranno scelti i testi che una giuria composta dall’artista e dalle curatrici, considereranno i migliori che saranno letti e premiati il giorno di chiusura dell’esposizione. Va detto che anche i supporti lignei sono realizzati con legni di risulto, quindi anche tutto un riciclo. Inoltre nell’ingresso ci sarà il Libro dell’ospite con le pagine vuote dove ciascuno potrà scrivere ciò che crede della mostra.

Emilia Dodi

Nessun commento

Rispondi