Petrolio Ladri di bellezza e Eredi unici su Raiuno

0
54

Conferenza stampa anomala oggi pomeriggio alle 16 nel Salone degli Arazzi di Viale Mazzini per presentare, con personaggi prestigiosi, Petrolio ‘Ladri di bellezza’ ed ‘Eredi Unici’ in onda in prima serata su Raiuno il 6 e 13 giugno.

Tanti personaggi dicevamo, per illustrare un programma da non mancare e che si annuncia di grandissimo interesse. Dove scoprirete, infatti, cose che non avreste mai sospettato. Ecco  così a renderci edotti, il Direttore di Raiuno Angelo Teodoli, il Generale di Brigata, Comandante dei Carabinieri  per la tutela del Patrimonio Culturale Fabrizio Parrulli, Francesco Rutelli Presidente Incontro di Civiltà, Ludovico di Meo Vice Direttore Rai 1 ed il conduttore di PetrolioDuilio Giammaria.

Bellissima e coinvolgente la clip che ci hanno mostrato in apertura di conferenza e che anticipa quello che vedremo nella puntata dedicata a Ladri di bellezza riferita ai furti delle opere d’arte. Il direttore di Raiuno Angelo Teodoli ha esordito dicendo che: “questo è un programma che ci fa capire quanto siamo stati distratti vedendo i nostri capolavori far bella mostra all’estero, soprattutto perché, queste meraviglie dell’umanità trafugate, sono state trasformate in soprammobili senza più identità”.

E tutti gli sguardi vanno sul tavolo dove, in bella mostra, ci sono tre pezzi di inestimabile valore appena recuperati e Teodoli sottolinea “questa è l’altra parte dell’impegno della rete ammiraglia, riguardo la cultura, l’arte e il patrimonio artistico italiano in generale. Mancava  solo la parte di quello che avevamo perso. Petrolio, con questo tassello, completa l’offerta di Raiuno”.

I tre pezzi sul tavolo sono reperti archeologici, due vasi ed un piatto che il Generale Fabrizio Parrulli illustra spiegando che: “sono stati rinvenuti negli Stati Uniti e in Svizzera. Ed erano una piccola parte del traffico di oggetti d’arte frutto di scavi clandestini”.

Francesco Rutelli, dal canto suo ammette che:‘Dietro le distruzioni operate dall’Isis in Paesi come la Siria c’è l’immissione nel mercato clandestino di beni del patrimonio artistico. Dobbiamo cercare che i musei internazionali si adeguino a standard di trasparenza”.

Il conduttore Duilio Gianmaria ha spiegato che: “In questi speciali di Petrolio abbiamo usato il linguaggio dell’inchiesta giornalistica. E, per farlo, abbiamo vissuto per giorni con i Carabinieri che si occupano della tutela del patrimonio culturale. Voglio poi sottolineare il fatto che la Rai ha iniziato questo lavoro di seduzione nei confronti del pubblico con la bellezza, con la convinzione che, tutto va vissuto all’insegna della condivisione”.

Infine in Eredi Unici vedremo in primo piano come gli italiani preservano e utilizzano il nostro patrimonio culturale.

Mariangiola Castrovilli

 

Condividi
Articolo precedenteStati d’animo a Ferrara
Prossimo articoloForum dal 4/06/2018 al 10/06/2018
Mariangiola Castrovilli
Giornalista giramondo con scoop come le interviste al fratello dell'ultimo imperatore cinese Aisin-Gioro Puren durante la protesta di piazza Tienanmen a Pechino e al generale israeliano Moshe Dayan dopo la guerra dei 6 giorni. Per la Rai in diretta radio e tv, è stata l'unica giornalista donna al mondo a volare a due volte la velocità del suono su un tornado, correre con una Ferrari 40 a 324 Kmh sul circuito di Maranello. Inoltre è stata l'unica giornalista a bordo del MB-339 Aermacchi della pattuglia acrobatica delle Frecce Tricolori. É membro del SNGCI.

Nessun commento

Rispondi