Malati di sesso al cinema

0
104

Roma, Parigi,  la Puglia, la Valle D’Aosta, fino a quella meravigliosa vetta del Monte Bianco, fanno da cornice a Malati di sesso,  un film firmato da Claudio Cicconetti, con la sceneggiatura di Francesco Apolloni e  Manuela Jael Procaccia, che vede tra gli interpreti anche  Francesco Apolloni ,  e poi Gaia Bermani Amaral, Elettra Capuano,  Fabio Troiano, Giulia Bertini, Cristina Moglia, Giacomo Gonnella, Beatrice Schiaffino, Cristiana Vaccaro, Stefano Ambrogi e  Fatima Bernardi che potrete vedere al cinema da domani 7 giugno 2018, prodotto da Roberto Capua per Action Brand.

Malati di sesso è un  ritratto leggero, piacevole  ed  irriverente  di una generazione e delle numerose complicazioni legate  ai suoi difficili amori. E sì perché l’amore, si sa non è mai stato facile. Eccoci  allora  ad osservare, con l’interesse di un entomologo, quello che  potrebbe legare o  esserci in comune tra Giacomo, autore comico televisivo non certo baciato dal successo e Giovanna, bella ed affermata trainer e mental coach…  che ne dite, puntiamo sul sesso?

Lui, Giacomo, è attratto da tutte le donne, nessuna esclusa.  Lei,  Giovanna, si fa invece strumentalizzare, non è capace a dire di no e si concede a tutti,  anche a chi non ne vale la pena o sarebbe, comunque, da scartare…l’incontro che prima o poi avrebbe dovuto avvenire è nello studio di un buffo psicanalista.

 

Entrambi cercano la soluzione del problema che li accomuna, e, cercando cercando,  saranno travolti  da una girandola di disavventure che li porterà in giro per l’Italia nelle situazioni più disparate, bizzarre e irresistibili. Ma anche i loro amici del cuore, Livio giocatore ad oltranza  ed Eleonora  animalista convinta,  hanno problemi che s’intrecceranno con i loro.

 

Ecco così,   psicosi, ossessioni, fragilità  e  paure che rendono l’amore quel sentimento così meraviglioso, difficile, complicato  e,  vulnerabile,  al quale nessuno di noi ha mai potuto o saputo rinunciare.

 

Se trovate interessante e divertente l’argomento, andate a vedere, tanto per aggiustare il tiro,  le pene amorose di qualcun altro…

Mariangiola Castrovilli

Nessun commento

Rispondi