Il nuovo cartellone del teatro Ambra Jovinelli

0
89

É stata presentata la Stagione 2018/2019 del teatro Ambra Jovinelli di Roma sotto il segno augurale del “Be Happy”.

Fabrizia Pompilio, Direttore artistico del Teatro Ambra Jovinelli ha presentato il nono cartellone, quello della stagione 2018/2019 rappresentando che in questi nove anni il teatro è cresciuto in maniera esponenziale, straordinario, imponendosi sulla scena teatrale romana con una propria identità artistica che negli anni va sempre più definendosi; l’originale vocazione al comico sta pian piano lasciando il posto ad una forma di teatro basata sulla “popolarità della cultura” attraverso la ricerca di spettacoli in grado di mettere in scena elementi di carattere prettamente popolare, con la grande commedia alla base della programmazione della prossima stagione.

Negli ultimi nove anni l’Ambra Jovinelli è cresciuto passando da zero abbonati della prima stagione (2010-2011) ai 5000 di quest’anno, con 97000 presenze nell’ultima stagione che ha peraltro riportato numerosissimi sold out.

Molte le Compagnie teatrali collegate con il Teatro al punto che lo stesso ha assunto la caratteristica di officina creativa, di luogo di concepimento di spettacoli di grande successo: vedi ad es. lo spettacolo Le Prénom, o Le Regole per Vivere.

Il cartellone di quest’anno presenta tre caratteristiche principali: un forte orientamento alla grande commedia e in particolare a quella contemporanea; un’attenzione speciale a lavori teatrali che nascono a partire da una scrittura scenica, in alcuni casi frutto di rielaborazioni letterarie, in altri dell’immediatezza poetica di un artista. Infine, una l’importante presenza dell’elemento femminile con testi scritti da donne e per le donne e con registe e attrici che saranno al centro della nuova stagione.

Variegato il cartellone 2018/20Il 19 con proposte ricche di sorprese e con spettacolo ad alto livello con grandi attori protagonisti come Giuseppe Fiorello in “Penso che un sogno così…”

La stagione si apre con Geppi Cucciari, dal 31 ottobre all’11 novembre: comica eclettica e vivacissima, che porterà in scena Perfetta; a seguire, dal 14 al 25 novembre Leo Gullotta sarà l’inimitabile protagonista di Pensaci, Giacomino!

Dal 28 novembre al 9 dicembre Filippo Timi, artista poliedrico e spiazzante, interpreta Un cuore di vetro in inverno, un suo nuovo testo fortemente poetico, scritto nel suo personalissimo e inconfondibile stile.

Il 10 dicembre sarà la volta di Eleganzissima, recital scritto e interpretato da Drusilla Foer e poi, dal 12 al 23 dicembre Miss Marple – la più famosa detective di Agatha Christie, interpretata dalla simpatica Maria Amelia Monti.

 

Per Natale sarà di scena Angela Finocchiaro con “Ho perso il filo“ e poi, dal 9 al 27 gennaio Bella Figura, con Yasmina Reza, Anna Foglietta, Paolo Calabresi, Anna Ferzetti, David Sebasti e con la partecipazione di Simona Marchini.

 

 

Dal 30 gennaio al 10 febbario sarà la volta di Isa Danieli e Giuliana De Sio che interpreteranno un lavoro di Gianni Clementi dal titolo “Le Signorine” e, a seguire dal 13 al 24 febbraio Giuseppe Battiston interpreterà “Churchill“.

 

 

Si prosegue poi, dal 27 febbario al 10 marzo con “Tempi nuovi“, interpreti Ennio Fantastichini e Iaia Forte ai quali farà seguito, dal 13 al 24 marzoIl Misantropo” , il capolavoro di Molière nell’interpretazione di Giulio Scarpati e Valeria Solarino.

 

Elio Germano sarà il protagonista, dal 26 al 31 marzo, di La mia battaglia” un evento fuori abbonamento, del quale è autore insieme a Chiara Lagani.

Dal 3 al 4 aprile Sergio Rubini si esibirà nella interpretazione di

Dracula” di Bram Stoker, un horror in una stagione di commedie e, dal 3 al 5 maggio torna la comicità di Antonio Ornano con “Non c’è mai pace tra gli ulivi”.

La stagione si chiude con uno spettacolo prodotto proprio da Ambra Jovinelli: dall’8 al 19 maggio: “Le Regole per Vivere“ con interpreti Alessia Giuliani, Alberto Giusta, Davide Lorino, Orietta Notari, Aldo Ottobrino e Gisella Szaniszlò.

Certamente una programmazione, questa del 2018/2019, si augura Fabrizia Pompilio, in grado di bissare il successo della stagione che l’ha preceduta in quanto frutto di un grande lavoro di squadra e di un incessante impegno per incontrare i gusti e le esigenze del pubblico.

 

Novità nelle novità il restauro dello spazio dedicato alla ristorazione, “La buvette 2“, una piccola oasi nella quale stare insieme gustando prodotti di qualità immersi in un’atmosfera piacevole e familiare.

Andrea Gentili

 

Nessun commento

Rispondi