Festival della Ceramica a Grottaglie

0

A GrottaglieCittà della ceramica”, dal 24 giugno 2018 ci sarà il Festival della ceramica con artisti che provengono tutto il mondo. E’ la terra il tema di quest’esposizione. La mostra si tiene dell’Antico Convento dei Cappuccini.

Grottaglie è nota come “La città della ceramica” e dal 1971 si tiene la mostra della ceramica che da due anni è divenuta un centro artistico per il lancio di nuovi ceramisti anche internazionali. Quest’anno poi dato il tema scelto “la terra”, non poteva che stimolare la creatività per cui sono presenti 46 opere provenienti da tutto il mondo. Questa nuova edizione del Festival avrà una giuria internazionale che decreterà i due vincitori durante l’inaugurazione del 23 giugno 2018.

I giurati saranno alcuni rappresentanti dell’ ICMEA, l’Associazione internazionale che unisce tutte le riviste destinate alla ceramica. Il Segretario generale di questa Associazione è l’editore cinese Chi Hsu, con l’editore irlandese Robert Sanderson e nella Commissione ci sarà anche il ceramista di fama internazionale Gianfranco Budini. Il premio per il vincitore sarà di 3000 Euro e il secondo oltre a percepire 500 Euro avrà la possibilità di una sua mostra al prossimo Festival 2019.

Bisogna dire che Grottaglie è l’unica città dove un intero quartiere è dedicato alla produzione di questo manufatto. Si trova in un ambiente rupestre grazie anche alle cave di argilla rossa presenti sul territorio. Proprio nel cuore della cittadina negli anni si è formato un luogo di esperti ceramisti, e questi artisti-artigiani hanno ricavato laboratori e forni di cottura nella roccia di ambienti ipogei che in passato furono impiegati come frantoi, essendo riusciti a sviluppare un’importante attività artigianale e artistica, oggi nota internazionalmente. La loro specialità sono “I bianchi di Grottaglie”, opere apprezzate e note in tutto il mondo.

Questo tipo di ceramica si basa sull’esaltazione della forma pura grazie all’utilizzo dello smalto bianco stannifero e anche per la sua caratteristica di ceramica rustica e popolare che ha una tavolozza cromatica costituita da verde marcio, giallo ocra, blu e manganese. Quindi non ci può essere posto migliore per il Festival della Ceramica.

Savina Fermi

 

 

Condividi
Articolo precedenteThe Escape al cinema
Prossimo articoloHELP de Ocean a Roma
Savina Fermi
Appassionata d'arte, scrivo da sempre per diverse testate online, Sono una giornalista facente parte della 'vecchia guardia'. Non uso i Social per scelta.

Nessun commento