Aspettando Taormina – Nastri d’argento al Maxxi

0
61

Grande festa del Cinema, come ogni anno aspettando Taormina,  stasera al celebre Museo  Maxxi di Roma, con l’assegnazione di alcuni Nastri d’Argento, l’Oscar italiano assegnato dal Sindacato Nazionale dei Giornalisti Cinematografici Italiani al mondo cinematografico, con i Nastri Speciali, in occasione della serata che apre i Nastri 2018.

 

Iniziamo con i Nastri Speciali,  Paolo Taviani, anche in omaggio a Vittorio, riceverà un Nastro speciale  per la regia di Una questione privata mentre sono due i riconoscimenti internazionali per i film ‘americani’ di Paolo Virzì, il bellissimo Ella&John – The Leisure Seeker e quello di Vittorio Storaro per La ruota delle meraviglie, ‘cinematografato’ per Woody Allen.

 

 

Un  riconoscimento alla carriera,  nell’anno de Il premio di Alessandro Gassmann va anche a Gigi Proietti. Ecco poi un Nastro collettivo – come già accaduto con film speciali per la coralità del cast come, nella storia, La cena di Ettore Scola, La grande bellezza e Perfetti sconosciuti – va anche al cast eccezionale del film di Gabriele Muccino A casa tutti bene.

 

 

 

Il Sindacato premia poi Gabriele Salvatores, con la prima edizione di un nuovo riconoscimento, il Nastro Argentovivo,  cinema&ragazzi che va al suo Il ragazzo invisibile – Seconda generazione. E, sempre nel segno dell’innovazione, della qualità e del coraggio produttivo, ecco  un premio al film di animazione Gatta Cenerentola.

 

I  Nastri, premiano questa sera anche i migliori tecnici dell’anno, e anticipano oggi,  anche il nome del casting director 2018, Francesco Vedovati che riceve, per Dogman,  il  suo secondo Nastro da quando è nato il Premio ed è stato scelto,  in una cinquina di candidati di cui fanno parte Annamaria Sambucco (Loro), Barbara Giordani (A casa tutti bene), Francesca Borromeo (Smetto quando voglio – Ad Honorem) e Yozo Tokuda (Benedetta follia).

 

nastri-dargento-1Come sempre, stasera  sarà una gran festa, con  metà dei personaggi del Cinema seduti in platea ad applaudire  l’altra metà sul palco, a ricevere i meritati Premi.

Mariangiola Castrovilli

Nessun commento

Rispondi