Piccole donne miniserie sulla BBC

0
300

Da classico della letteratura a miniserie tv: questo il percorso del celebre romanzo di Louisa May Alcott, Piccole donne, ora oggetto di una miniserie televisiva prodotta dalla BBC One e visibile su Sky Uno HD.

Dall’11 maggio in esclusiva su Sky Uno Hd si potrà vedere una miniserie in tre puntate alle 21,25, tratta dal famoso romanzo Piccole donne, prodotto dalla BBC One. Le ‘Piccole donne’ di Louisa May Alcott, il romanzo di formazione semi-autobiografico uscito 150 anni fa, nel 1868, ma ancora bestseller mondiale, la storia di quattro ragazze e delle scelte che devono affrontare per diventare adulte in un paese dilaniato dalla guerra di Secessione, tornano in tv.

 

Nel cast la “Signora in giallo” Angela Lansbury, l’Albus Silente della saga di Harry Potter, Michael Gambon, e Emily Watson, candidata all’Oscar per Le Onde del destino di Lars von Trier. Accanto a loro, le giovanissime Kathryn Newton, Maya Hawke, Willa Fitzgerald e Annes Elwy nel ruolo delle figlie di casa March. La regia è di Vanessa Caswill, mentre la sceneggiatura è firmata da Heidi Thomas (due volte candidata agli Emmy Awards per Cranford e Upstairs Downstairs).

La storia, è quella dei March, famiglia del Massachusetts, negli anni della guerra di Secessione. Il padre Robert, un cappellano che partirà per il fronte, la madre Marmee, impegnata nella Società per l’assistenza ai soldati, e le loro quattro figlie: Meg (Willa Fitzgerald), la figlia maggiore, istitutrice; Jo (Maya Hawke), irrequieta e anticonformista; Beth (Annes Elwy), che suona il pianoforte ed Amy (Kathryn Newton), che ama il disegno e la pittura. Le quattro protagoniste dovranno fronteggiare litigi, delusioni, innamoramenti, sensi di colpa e punizioni.

Nel cast Emily Watson presta il volto alla madre delle ragazze, Marmee, che sogna per loro un “amore vero”, mentre la mitica Angela Lansbury è la severa zia March, convinta che crescere quattro piccole donne sia come “una ricetta per il mal di cuore, l’emicrania e l’indigestione”.

Carlo Salvatore

Nessun commento