Le dimensioni dell’alternativa di Marco Noris

0

Che senso dare al giorno d’oggi a concetti come democrazia, politica, Destra e Sinistra? Il quesito è complesso e trovare le risposte non è affatto semplice. Marco Noris con il suo ultimo libro, edito da Imprimatur, Le dimensioni dell’alternativa – Spazi e tempi per un altro mondo necessario – prova ad indicare una via.

Esperto economista (anche se Noris non ama questa definizione) e attivista politico, movimentista per sua stessa ammissione, l’autore si propone di arrivare a tutti ma certamente non è super partes. L’angolazione è chiara da subito e con onestà intellettuale Noris la sottolinea sempre, in ogni parte del libro. Nasce con l’intenzione di illustrare le criticità del sistema in cui viviamo e soprattutto di prospettarne delle soluzioni. L’analisi è ampia e ripercorre le tappe storiche ma anche contemporanee del capitalismo, ne analizza gli aspetti più complessi che pone in relazione al tempo e allo spazio, elementi cardine di questo fenomeno. Il capitalismo come sistema subdolo di potere dunque che costringe le persone ad accelerare i propri ritmi di vita, e ad essere sempre meno padroni del proprio tempo, della propria vita.

 

La dittatura dell’accellerazione raccontata anche attraverso la storia di chi vi si è opposto. Noris non vuole essere portatore di verità assolute, anzi, insinua il sospetto che dubitare non solo è lecito ma necessario se si vuole realmente agire ma certamente intravede la necessità di un cambiamento di rotta partendo dalla nostra quotidianità. L’obiettivo si fissa, nella terza parte del libro, sull’Europa, il continente che subirà – a suo dire – cambiamenti importanti nel XXI secolo.

La cosa ovviamente ci riguarda tutti da vicino e l’autore si propone con questo testo di fornire una “cassetta degli attrezzi” concettuale per aiutarci ad uscire dallo stallo in cui siamo. Bisogna dirlo, nonostante i propositi non è un libro semplice ma Marco Noris sa scrivere e anche bene e nonostante la complessità del tema trattato è un libro non solo utile ma importante.

 

 

L’esperienza personale dell’autore, da sempre impegnato a sostenere progetti di commercio equo e solidale e di cooperative sociali ma anche i suoi studi di economia, finanza etica e microcredito, hanno contribuito a rendere questo libro veramente prezioso, perchè non solo aiuta a capire da dove veniamo, ma suggerisce possibili vie di uscita dal tunnel in cui siamo.

Roberta Ferruti

MARCO NORIS

Le dimensioni dell’alternativa

Spazi e tempi per un altro mondo necessario

Ed. Imprimatur

€ 19,00

Condividi
Articolo precedenteIntervista con Rodolfo Laganà
Prossimo articoloIl Settecento a Pitti
Roberta Ferruti
Giornalista free lance. Ha iniziato negli anni '90 come cronista collaborando con diverse testate locali e nazionali. Ha scritto per Avvenimenti, Paese Sera, Il Manifesto e L' Espresso. Ha lavorato con Vito Bruschini per Laservision Edizioni curando pubblicazioni su arte, cultura, musica e salute. Lo scorso anno ha intrapreso un lungo viaggio in solitudine sulle rotte dell'immigrazione che si è concluso a Riace. Nei suoi blog https://tralerigheweb.wordpress.com/ http://www.tralerighe.cloud/ racconta di questo lunga e toccante esperienza e di storie di immigrazione e accoglienza. Attivista Verde negli anni '80 e '90, da sempre sensibile alle tematiche pacifiste ed ecologiste, è coautrice di una recente pubblicazione de Il Poligrafo L' ecofemminismo in Italia. Le radici di una rivoluzione necessaria a cura di Laura Cima e Franca Marcomin. Dal 2016 collabora continuativamente con Visum, dove cura la rubrica di Consigli per la lettura.

Nessun commento