Grazia Scuccimarra torna a teatro con Sono una donna

0
181

L’attrice Grazia Scuccimarra festeggia i suoi 40 anni di carriera teatrale con il monologo Sono una donna laceroconfusa, al Teatro degli Audaci di Roma sino al 25 febbraio. La Scuccimarra si sofferma a riflettere sui piccoli e grandi paradossi sociali, sentimentali, professionali e politici di oggi e ricorda anche quelli che lei stessa ha già denunciato in passato. Il suo sguardo è attento, analitico, ma anche irridente e sarcastico.

In modo satirico e pungente, diretto ed ironico, gli spettacoli della Scuccimarra hanno sempre trattato degli avvenimenti che via via hanno segnato la nostra società, quasi un teatro-cronaca per curiosare, divertendosi a coglierne i paradossi, tra le pieghe più nascoste del pubblico e del privato. Da qui l’esigenza di guardare, con occhi di oggi, con la lunga carriera alle spalle, i cambiamenti, le evoluzioni del nostro costume, le variazioni della nostra società.

Sicuramente la Scuccimarra coinvolgee travolge il pubblico con la sua verve, e con la sua divertente analisi dei nostri pregi e dei nostri difetti. Con la comicità ed il sarcasmo che tutti noi ormai conosciamo, l’attrice affronterà temi che ci assillano, partendo da sé stessa, prendendosi in giro ironicamente, fissando attraverso la sua immagine quella della gente del suo tempo.

L’estinzione dei congiuntivi, le condizioni disastrose della nostra scuola e le relative conseguenze sui nostri ragazzi, il lavoro che non c’è, la continua lotta contro il tempo che passa inesorabilmente lasciando i segni e che le donne fanno di tutto per cancellare; gli uomini eterni Peter Pan: questi alcuni dei tanti argomenti che saranno trattati nel dissacrante monologo. L’artista abruzzese non risparmia nessuno, cercando di mettere ironicamente il pubblico davanti a contraddizioni, ipocrisie, elementi sempre più accentuati che fanno parte della nostra quotidianità.

 

Grazia Scuccimarra non offre soluzioni, ma sicuramente farà riflettere lo spettatore, per non ricadere nei tanti dilemmi e sotterfugi che la vita ci propone.

 

 

Siete pronti a divertirvi a teatro con la Scuccimarra? Scopriremo chi eravamo e chi siamo oggi, vedremo se quello che diceva l’attrice negli anni passati oggi è ancora valido o se è stato superato dagli eventi. Un comico ed irriverente iter tra passato e presente, tra satira e tenerezza, tra ricordi ed attualità.

Giancarlo Leone

Nessun commento

Rispondi