Vanessa Redgrave a Mardelplata

0

Dopo la Festa del Cinema di Roma arriva qui, al festival di Mardelplata,  Vanessa Redgrave  che,  nella serata conclusiva  del Festival,  riceverà  un premio alla carriera. L’occasione di questo viaggio è però anche la presentazione di Sea Sorrow, il suo primo film da regista .

La  Redgrave, splendida attrice inglese  non ha bisogno di presentazioni, nella vita ha collezionato infatti molti premi tra cui un Oscar, due Golden Globe, un BAFTA, uno Screen Actors Guild … e tutti, soprattutto chi non è più giovanissimo, la ricordano per film come Blow Up di Michelangelo Antonioni del 1966, che la lanciò definitivamente nel mondo delle stelle, e che si potrà rivedere oggi alla trentaduesima edizione del Festival di  Mardelplata, in versione restaurata.

Vanessa ha partecipato al profondo dolore che in questi giorni avvolge la città argentina sede del festival, per la scomparsa del sottomarino Ara San Juan però, fino ad ieri, c’era sempre una speranza che l’ossigeno  non fosse ancora terminato. Purtroppo  oggi su tutti i giornali c’è la notizia a caratteri cubitali della conferma che a bordo c’è stata un’esplosione.

Presentata da Peter Scarlet,  direttore artistico di questa trentaduesima edizione del festival marplatense, Vanessa ha iniziato la sua  Masterclass partecipando al dolore della nazione e, soprattutto, a quello delle famiglie dei marinai scomparsi con l’Ara San Juan, ricordando che buona parte della sua famiglia ha fatto parte, durante la seconda guerra mondiale, della British Royal Navy.

 

“Uno dei miei  zii morì nell’Oceano Pacifico, ed io lo considero  un eroe  perché sono convinta che tutti gli uomini che fanno parte di un’armata sono eroi. Un altro zio invece si salvò ma non fu più lo stesso”. Dopo un attimo di commozione l’attrice riprende, “ prima di andare in guerra, lo zio sopravvissuto era un attore. Quando tornò recitava per me e per mia sorella, ed è stato proprio quello, credo , che lo aiutò  a recuperarsi”.

 

Come ricorderete  dall’incontro  fatto alla Festa del Cinema di Roma con la multi premiata attrice, adesso ad ottant’anni la Redgrave ha esordito come regista di un film prodotto da suo figlio Carlo Nero , Sea Sorrow,  e a cui lei tiene moltissimo.

Mariangiola Castrovilli

Condividi
Articolo precedenteUn ottimo sugo finto a teatro
Prossimo articoloI vincitori di Mar del plata 32
Mariangiola Castrovilli
Giornalista giramondo con scoop come le interviste al fratello dell'ultimo imperatore cinese Aisin-Gioro Puren durante la protesta di piazza Tienanmen a Pechino e al generale israeliano Moshe Dayan dopo la guerra dei 6 giorni. Per la Rai in diretta radio e tv, è stata l'unica giornalista donna al mondo a volare a due volte la velocità del suono su un tornado, correre con una Ferrari 40 a 324 Kmh sul circuito di Maranello. Inoltre è stata l'unica giornalista a bordo del MB-339 Aermacchi della pattuglia acrobatica delle Frecce Tricolori. É membro del SNGCI.

Nessun commento