Spike tv la televisione della leggerezza

0
374

Nasce una nuova tv dedicata alla leggerezza e all’intrattenimento. Si chiama Spike Tv. Con un target prettamente giovanile maschile. E’ il sesto brand di Viacom che sbarca nell’etere del Bel Paese.

Un canale dedicato all’intrattenimento maschile giovane con una propensione alla leggerezza e all’evasione. Prende il via il 22 ottobre, infatti, Spike tv, sul canale 49 del digitale terrestre, con un ambizioso obbiettivo: di riunire non tanto il target demografico maschile 25-54 anni a cui è rivolto, quanto le persone che vogliono staccare la spina. “Raccontiamo la faccia autoironica dell’uomo contemporaneo – spiega Morena D’Incoronato, senior director research & portfolio strategy di Viacom Italia – E’ una risposta al bisogno di ricarica e di leggerezza”.

Si tratta di un palinsesto improntato ad azione, humour e realtà, accompagnato nelle prime settimane dalla voce di Francesco Pannofino: dal lunedì al venerdì a partire dalle 16.05 si succedono l’inglese ‘Police Interceptors’, i format americani ‘Bar da incubo’ e ‘Hotel da incubo’ e infine alle 20.20 il bizzarro game show a stelle e strisce ‘Wipe Out – Pronti a tutto’ commentato in modo demenziale dal Trio Medusa.

Le prime serate (dalle 21.15) si concentrano su un registro: la comicità nel film comedy del lunedì (con titoli come ‘Il Dittatore’ e ‘Tropic Thunder’) e negli spettacoli comici del venerdì, che debutteranno il 27 ottobre con Maurizio Battista per proseguire con Covatta e Cornacchione. Spazio anche all’azione nei film del mercoledì. Il martedì va in onda ‘Il vendicatore di case’, con le missioni di Adam Carolla per completare ristrutturazioni andate storte. Infine la domenica sera è dedicata al talent per tatuatori ‘Ink Master’ con la rock star Dave Navarro tra i giudici.

Il giovedì sera spazio alle produzioni locali: a cominciare da ‘Le Capitane’, serie in partenza da metà novembre che seguirà le vite delle mogli e fidanzate di calciatori Erjona Sulejmani, Jessica Melena, Emilie Nef Naf, Michela Persico e Silvia Slitti, divenute famose anche sui social. “Non le abbiamo volute chiamare ‘wag‘ ma ‘capitane‘, perché raccontiamo le storie di vere protagoniste”, spiega Sergio Del Prete, VP editorial content di Viacom Italia, presentando la serie che avrà come sigla ‘La partita di pallone’ reinterpretata da Rita Pavone. Celebrità sportiva, fama social e autoironia sono le ragioni che hanno spinto il canale a chiamare Christian Vieri come “ambasciatore del canale” e per programmi ancora in fase di ideazione.

Un altro volto eccellente di Spike sarà Jovanotti, grazie a una partnership di due anni siglata con Viacom: alcuni contenuti esclusivi della web tv Jova Tv andranno in onda su Spike e VH1 a partire da un racconto che nell’arco di diversi mesi accompagnerà il nuovo album e il nuovo tour del cantautore. Infine, prossimamente (forse già da novembre, dice Del Prete) Spike aprirà una fascia di informazione in prima serata, un programma che intende smontare le fake news e raccontare le good news.

Ovviamente la maggior parte dei contenuti sarà fruibile on demand sul sito www.spiketv.it . Quanto agli ascolti, l’amministratore delegato di Viacom Italia, Medio Oriente e Turchia, Andrea Castellari, si dice fiducioso: “La nostra stima iniziale è conservativa, sullo 0,6% ma contiamo di fare l’1% immediatamente come è riuscito a Paramount. Non pensiamo che ci sarà un problema nella numerazione, nostri predecessori come Dmax hanno già popolato la piazza”.

Buona visione!

Carlo Salvatore

 

Nessun commento