TIFF 42 i premi finali

0

Anche il 42 Toronto International Film Festival è giunto alla conclusione dopo 11 convulsi giorni di film a go go, proiettati tutti in teatri ed in cinema che hanno fatto il pieno assoluto per questa kermesse così amata e seguita.

E allora per la sezione IWC SHORT CUTS AWARD FOR BEST CANADIAN SHORT FILM, lo  Short Cuts Award per il migliore corto canadese va  a Marc-Antoine Lemire per il suo  Pre-Drink. E, l’omaggio pecuniario si  concreta in diecimila dollari canadesi pronta cassa.

Il premio della Città di Toronto  di 15.000 dollari per il miglior primo film canadese va a Luk’ Luk’l di Wayne Wapeemukwa, un lavoro realizzato a Vancouver   che annullando i confini di forma,  suggerisce nuovi territori cinematografici. Inoltre questo splendido film sembra offrirci una  diversa prospettiva del Paese , con  immagini mai viste prima. Il premio Canada Goose per il miglior film canadese  va a  Les Affamés di Robin Aubert .

I prestigiosi premi  internazionale della  Fipresci, che riunisce i critici cinematografici  del pianeta, sono  stati  assegnati, per la sezione  Discovery ad Ava di Sadaf Fouroghi, mentre quello  per Special Presentation l’ha portato a casa Manuel Martin Cuenca con The Motiv (El Autor).

Il Netpac Award, ovvero il network che promuove il cinema Asiatico ha laureato The Great Buddha. Anche  l’Air France non ha perso l’occasione di laureare un film  nella sezione Platform che unisce i registi più conosciuti del mondo, che quest’anno ha visto in giuria  Chen Kaige, Malgorzata Szumowska e Wim Wenders che hanno premiato il lavoro di  Worwick Thorton, Sweet Country.

Ma il premio   più importante, il Grolsch People’s Choice  Award , ovvero quello del pubblico, arrivato quest’anno  al suo quarantesimo anno di vita è andato a Martin McDonagh per il suo Three Billboards Outside Ebbing, Missouri, secondo classificato Luca Guadagnino con il suo applauditissimo Chiamami col tuo nome, mentre quello del pubblico  per la sezione Madness Award, l’hanno portato a casa Joseph Kahn con  Bodied, Craig Zahler con Brawl in cell Block99 e James Franco con The Disaster Artist  . The Grolsch People’s Choice Documentary Award è andato infine ad  Agnes Varda per il suo documentario Faces Places.

Appuntamento al 6 settembre 2018  per la quarantatreesima edizione del TIFF.

Mariangiola Castrovilli

Condividi
Articolo precedenteThe Wife a Toronto 42
Prossimo articoloArchitettura di Merano e Bolzano
Mariangiola Castrovilli
Giornalista giramondo con scoop come le interviste al fratello dell'ultimo imperatore cinese Aisin-Gioro Puren durante la protesta di piazza Tienanmen a Pechino e al generale israeliano Moshe Dayan dopo la guerra dei 6 giorni. Per la Rai in diretta radio e tv, è stata l'unica giornalista donna al mondo a volare a due volte la velocità del suono su un tornado, correre con una Ferrari 40 a 324 Kmh sul circuito di Maranello. Inoltre è stata l'unica giornalista a bordo del MB-339 Aermacchi della pattuglia acrobatica delle Frecce Tricolori. É membro del SNGCI.

Nessun commento