Mariangela!

0

È stata una festa con tanti amici, in Rai per il lancio delle tre puntate sulla vita e la carriera di Mariangela Melato, fulgida stella nel firmamento dello spettacolo con la S maiuscola. Tre puntate che poi diventeranno quattro, come ha anticipato Silvia Calandrelli direttore di Rai Cultura in onda da mercoledì 10 maggio alle 21,10 su Rai Storia.

A ricordarla, c’erano oggi il regista Pupi Avati, l’attrice Lella Costa che qui diventa conduttrice televisiva di Mariangela!, un sottile filo rosso che lega alla grande attrice scomparsa nel gennaio del 2013, tutti quei personaggi che l’hanno amata e che hanno lavorato con lei.

 

Fabrizio Corallo ha firmato questo viaggio tra cinema, teatro, televisione e vita quotidiana di una donna che, facendoci sognare, ha lasciato un segno profondo nel mondo della cultura e dello spettacolo. Tanti i testimoni di una vita che Mariangela ha sempre speso tra lavoro, amicizie e dirittura morale, in cui non l’abbiamo mai sentita dire male di nessuno e nessuno ha mai nemmeno provato a parlare male di lei.
La sua amicizia generosa veniva dal cuore, sempre pronta ad aiutare che fosse un po’ giù, a spronare tutti ad andare avanti e non sedersi sugli allori, e, soprattutto, nessuno come lei si è mai preso tanta cura delle persone con cui lavoravano, sempre gli stessi, che l’hanno seguita poi tutta la vita, soprattutto in teatro.

Nella prima puntata obiettivo puntato sugli anni dal 1941 al 1973 raccontati da Lella Costa con Renzo Arbore, la sorella, anche lei cantante, attrice e doppiatrice Anna Melato, il grande amico e critico Maurizio Porro, la sua assistente e attrice Giovanna Guida, l’autrice e sua amica storica Annabella Cerliani, Sergio Escobar, direttore del Piccolo Teatro di Milano, tutti presenti a Viale Mazzini.

E poi i servizi, conservati nelle Teche Rai, che rievocano i suoi studi di pittura all’Accademia di Brera negli anni ’60, il periodo in cui frequentava il bar Jamaica, punto d’incontro degli artisti di Milano, come i fotografi Ugo Mulas e Mario Dondero.

 

C’è anche poi il suo lavoro come vetrinista alla Rinascente, che le servì a finanziare i suoi corsi di recitazione e dove conobbe Giorgio Armani. E poi, a diciannove anni, l’ingresso nella compagnia di Fantasio Piccoli ed i primi ruoli con Dario Fo, il film Settimo, ruba un po’ meno e La colpa è sempre del diavolo.

Vi abbiamo incuriositi ? Si? Allora vi vogliamo tutti presenti in ranghi compatti da mercoledì 10 maggioalle 21,10su Rai Storia per un tuffo nella Storia. Quella segnata con impronta indelebile da un’attrice chiamata Mariangela Melato!
Mariangiola Castrovilli

Condividi
Articolo precedenteSong to song al cinema
Prossimo articoloUnpercento al teatro Sette di Roma
Mariangiola Castrovilli
Giornalista giramondo con scoop come le interviste al fratello dell'ultimo imperatore cinese Aisin-Gioro Puren durante la protesta di piazza Tienanmen a Pechino e al generale israeliano Moshe Dayan dopo la guerra dei 6 giorni. Per la Rai in diretta radio e tv, è stata l'unica giornalista donna al mondo a volare a due volte la velocità del suono su un tornado, correre con una Ferrari 40 a 324 Kmh sul circuito di Maranello. Inoltre è stata l'unica giornalista a bordo del MB-339 Aermacchi della pattuglia acrobatica delle Frecce Tricolori. É membro del SNGCI.

Nessun commento