Codice Unlocked

0

Vi piacciono le spy stories, siete appassionati di film thriller che non concedono un attimo di respiro, quelli che, per intenderci, non riuscite a decifrare fino all’ultima immagine? Se siete questo tipo di spettatori allora Codice Unlocked firmato dal premo Bafta Michael Apted – un campione nel suo campo, capace di creare un’appassionante e complicato intrigo di spionaggio internazionale ricco d’ azione, colpi di scena e di sorprese – fa per voi.

Il film, che pur avendo affrontato un’incubazione di circa dieci anni, affronta temi che, ancora oggi sono di grande e straordinaria attualità come la guerra contro il terrorismo islamico, l’incubo di un attacco batteriologico e  paura e terrore  usate  come armi letali. Ricco e prestigioso il cast che vede John Malkovich come…improbabile capo della CIA, Orlando Bloom, Michael Douglas, nel ruolo di mentore di Alice, una spettacolare Naomi Rapace che, di action come 007 in gonnella, non si fa mancare nulla e Toni Colette, con un bellissimo taglio di capelli.

La storia è quella di Alice, un’agente esperta in interrogatori, che non riesce perdonarsi un brutto errore fatto a Parigi. Messa in panchina a Londra dalla Cia in attesa di riciclarla, ritorna in gioco quando c’è da interrogare un giovane prigioniero di una cellula terroristica che ha informazioni di fondamentale importanza su un attacco contro un obiettivo americano a Londra.

Ma… c’è un ma, nessuno infatti in questo Codice Unlocked è chi dice di essere, e tra giochi, controgiochi, servizi segreti, terroristi ed una valanga di colpi di scena, di chi fidarsi? E come scoprire come stanno realmente le cose?

 

Uno dei quattro produttori Georgina Townsley, dice, a proposito  del coinvolgimento nel progetto dello sceneggiatore Peter O’Brien, “Avevo bisogno di trovare uno scrittore che potesse scrivere per una donna. E avevo letto centinaia di script, ma quello di Peter era di gran lunga il migliore. Lui aveva capito le donne e avrebbe saputo scrivere le cose giuste per una donna forte”.

Da parte sua O’Brien confessa che “questo film è stato una bellissima sfida fin dall’inizio, anche se abbiamo lavorato duramente sulla sceneggiatura per quasi un anno. Infatti Codice Unlocked è stato anche inserito nella The Black List del 2008, nella quale gli esperti del settore inseriscono le migliori sceneggiature dell’anno non ancora utilizzate. E, questa cosa ci ha portato un altissimo interesse”.

Ci piace concludere con le parole della bravissima Noemi Rapace sul ‘mago’ Michael Aptedè stato fantastico lavorare con lui. Sa sempre esattamente quello che vuole ed è molto preciso. Penso che sia geniale e che sia riuscito a fare tante cose diverse”.
Allora ricordate, contro il logorio della vita moderna…Codice Unlocked, da domani 4 maggio in sala con la Notorius Pictures.

Mariangiola Castrovilli

Condividi
Articolo precedenteCaro Marziano su Raitre con Pif
Prossimo articoloCinque artisti per Merano
Mariangiola Castrovilli
Giornalista giramondo con scoop come le interviste al fratello dell'ultimo imperatore cinese Aisin-Gioro Puren durante la protesta di piazza Tienanmen a Pechino e al generale israeliano Moshe Dayan dopo la guerra dei 6 giorni. Per la Rai in diretta radio e tv, è stata l'unica giornalista donna al mondo a volare a due volte la velocità del suono su un tornado, correre con una Ferrari 40 a 324 Kmh sul circuito di Maranello. Inoltre è stata l'unica giornalista a bordo del MB-339 Aermacchi della pattuglia acrobatica delle Frecce Tricolori. É membro del SNGCI.

Nessun commento