Parma 360 Festival della Creatività Contemporanea

0

Torna a Parma, dal 1 aprile al 14 maggio 2017, la seconda edizione di “Parma 360 Festival della creativita’ contemporanea” con un programma ricco di iniziative ed eventi fra mostre, installazioni, incontri, workshop e molto altro, realizzato dall’associazione 360 CreativityEvents, Art Company, Kontainer, con il contributo del Comune di Parma, la direzione artistica di Camilla Mineo e Chiara Canali e un’ampia rete di partner pubblici e privati. La città viene abbracciata dalla creatività contemporanea italiana con un focus sulla creatività emergente che arricchisce e abbellisce sia spazi istituzionali che privati della città attraverso un percorso ricco di emozioni che emergono prorompenti attraverso la fotografia, la pittura, la grafica e la musica.

L’arte multimediale e multidisciplinare domina la manifestazione promuovendo l’arte stessa come motore di crescita e trasformazione sociale. L’arte recupera il territorio e lo valorizza rilanciando la vocazione naturale della città.

Un calendario ricco di importanti momenti intensi come:
“STAZIONE CREATIVA” di Studio Azzurro che riunisce un gruppo artistico eterogeneo, cui si aggregano studiosi e ricercatori vicini alle tematiche di Paolo Rosa uno dei fondatori di Studio Azzurro. L’obiettivo in questo caso è quello di connettere il territorio attraverso i nuovi media con i tre campi della FORMAZIONE, della RICERCA e della PRODUZIONE CREATIVA.

 

Palazzetto Eucherio Sanvitale, che ospiterà nelle sue sale tardo-quattrocentesche il progetto espositivo nato in collaborazione con Fondazione Nino Migliori, Bologna e Associazione Piemontese Arte, Torino: DE RERUM NATURA. Omaggio a Nino Migliori”.A cura di Lucia Miodini, è la reinterpretazione del progetto Herbarium, realizzato da Nino Migliori nel 1974, ad opera della scultrice Luisa Valentini, e dalla fotografa Paola Binante.

Palazzo Pigorini, in strada Repubblica, ospita due mostre dedicate alla grafica dei manifesti e all’illustrazione. Al primo piano è in scena: “IL COLORE DELLE STELLE.Mitografie del femminile nei manifesti delle Collezioni Csac” mostra a cura di Michele Guerra, in collaborazione con CSAC (Centro Studi e Archivio della Comunicazione). Al secondo piano invece verrà ospitata la mostra: “LAPIS: ILLUSTRATORI CONTEMPORANEI”, a cura di Camilla Mineo in collaborazione con Caracol Art Gallery di Torino, presenta le ricerche sull’illustrazione e la grafica applicata degli artisti Marco Cazzato, Riccardo Guasco, Pablo Lobato, Elisa Talentino.

In contemporanea alla mostra verrà lanciata una CALL TO ILLUSTRATORS diretta agli illustratori, grafici disegnatori e artisti under 40, per avviare una riflessione in occasione delle celebrazioni per i 2200 anni della fondazione della città di Parma.
La Galleria San Ludovico, in Borgo del Parmigianino, ospita la mostra “NonpotreiusareilverdesenoncifosseMarioSchifano” dell’autore Giacomo Cossio a cura di Chiara Canali in collaborazione con Bonioni Arte di Reggio Emilia.

Casa del Suono, ex-chiesa di Santa Elisabetta, ospita la mostra, a cura di Chiara Allegri e Camilla Mineo,“Music Facesdel fotografo internazionale LUCIANO VITI che nel corso della sua carriera ha ritratto i protagonisti della scena italiana e mondiale, un tributo ai grandi divi del rock, del jazz e del blues quali Miles Davis e Frank Zappa.

Federica Di Bartolo

Condividi
Articolo precedenteA tu per tu con Pino Quartullo a teatro
Prossimo articoloEduard Manet a Palazzo Reale
Federica Di Bartolo
Ho sempre amato andare alle mostre e il teatro, la passione per il cinema grazie alla televisione. Amavo le serie televisive americane come "Perry Mason", i diversi film tratti dai gialli di Agatha Christie, ma non posso dimenticare i film di Bud Spencer e Terence Hill. E' grazie alla televisione e al cinema che ho scoperto la magia dei libri, dai grandi classici al fantasy, dal giallo alla fantascienza...l'unica cosa che ancora non sono riuscita ad apprezzare veramente e che in genere evito è il genere horror...Quando mi è capitato di leggere o vedere al cinema qualcosa di horror le mie notti erano popolati da incubi. Sono laureata in Letteratura Italiana alla Sapienza di Roma e grazie ad un'amica conosciuta su un forum sono approdata al giornalismo e con fatica sono diventata pubblicista.

Nessun commento