Concerto del primo maggio su Rai 3

0

Siete amanti del concerto del 1° maggio e non ve lo perdereste per tutto l’oro del mondo? Allora  non preoccupatevi perché se il tempo, gli impegni ed i problemi che possono sempre sorgere all’ultimo minuto vi impedissero di gustarvelo in loco, niente paura, come al solito la Rai ci sarà e  Raitre  lo riprenderà in diretta con la regia di Cristiano D’Alisera mentre Camila Raznovich ed il rapper  Clementino  piuttosto emozionato – perché finora, il concertone, lo aveva seguito solo da spettatore, e per lui ‘presentare il Concertone è un sogno che si avvera’  – a fare da padroni di casa.

Promosso come sempre da  CGIL, CISL e UIL  la 27a edizione del Concertone – è stato presentato oggi nella storica sala A di via Asiago in Roma dal direttore di Raitre Daria Bignardi e, da quello di Radio 2 Paola Marchesini, Camila Raznovich, Clementino e da i Company e Ruvido Produzioni, storici organizzatori  – che, tanto per non perdere le sue buone abitudini,  inchioderà il pubblico  del  primo Maggio, nella storica Piazza San Giovanni, per ben otto ore di musica live e diritti, all’insegna della modernità.

E veniamo al cast, decisamente importante da Editors ad  Edoardo Bennato, Planet Funk, Public Service Broadcasting, Brunori Sas, Bombino, passando per  Levante, Motta, Fabrizio Moro, La Rua, Ermal Meta, Francesco Gabbani, Samuel, Ara Malikian, Marina Rei + Benvegnu, Lo Stato Sociale, Teresa De Sio, Mimmo Cavallaro, Aprés La Classe, Le luci della centrale elettrica, Ex-Otago, Sfera Ebbasta, Maldestro, Artù, Braschi, Geometra Mangoni, Rocco Hunt, Ladri di Carrozzelle, Orchestra Popolare del Saltarello, Giovanni Guidi.

Il Concertone esiste dal 1990 e,  dal 1999,  Rai3 è la sua rete – esordisce orgogliosamente il direttore Daria Bignardied è una festa, un evento dedicato ai giovani. Quest’anno poi, è anche  un concerto che parla alle persone delle persone. Ci  saranno, sul palco,  anche interventi e storie di lavoro, per esempio  quella del primo avvocato africano di Milano.  E tra  gli ospiti, ci sarà anche Gad Lerner  che ci teneva ad esserci, infatti, nel suo nuovo programma Operai parlerà di lavoro, portando in tv la nuova questione sociale.

Altra  voce ufficiale del primo maggio quella di Radio 2 ed il suo direttore, Paola  Marchesini , ha poi commentato “Per noi il racconto e la festa sono gli elementi che guideranno la programmazione della giornata. La mattina ci saranno collegamenti con Camila e,  dalle 14 , saremo in onda prima con Katamashi e Gianluca Gazzoli, poi con Carolina Di Domenico e Pier Ferrantini”.

Camila Raznovich  spiega, a sua volta, che “Il palco del Concertone è tosto. È  difficile, richiede un rispetto superiore ed umiltà diversa. Affronto  quest’edizione  con onore ed emozione. Il primo anno mi ha salvato l’incoscienza. Questa  volta però,  c’è preoccupazione. Paura  bella e buona. Contenta, dopo la prima volta, da  sola sul palco che,  con me, adesso ci sia Clementino. Sicuramente  una sorpresa come conduttore”.

Da parte sua Clementino, alto che di più non si può, confessa  “sono un rapper ironico, solare. Ho fatto animazione nei villaggi turistici per 10 anni. Lì non si ha veramente niente per intrattenere la gente.. Il tema di quest’anno poi, rispecchia i temi delle mie canzoni, che scrivo guardando i ragazzini giocare nel parco”.
Mariangiola Castrovilli

Condividi
Articolo precedenteLa notte che mia madre ammazzò mio padre
Prossimo articoloLa banda del Box 23 al Teatro degli Audaci
Mariangiola Castrovilli
Giornalista giramondo con scoop come le interviste al fratello dell'ultimo imperatore cinese Aisin-Gioro Puren durante la protesta di piazza Tienanmen a Pechino e al generale israeliano Moshe Dayan dopo la guerra dei 6 giorni. Per la Rai in diretta radio e tv, è stata l'unica giornalista donna al mondo a volare a due volte la velocità del suono su un tornado, correre con una Ferrari 40 a 324 Kmh sul circuito di Maranello. Inoltre è stata l'unica giornalista a bordo del MB-339 Aermacchi della pattuglia acrobatica delle Frecce Tricolori. É membro del SNGCI.

Nessun commento