Serial killer per signora alla sala Umberto

0
297

Alla Sala Umberto di Roma, fino al 5 febbraio, è in scena la commedia musicale noir, Serial killer per signora, di Douglas J. Cohen, che vede protagonista la consolidata coppia Giampiero Ingrassia e Gianluca Guidi, che firma anche la regia. Con loro Alice Mistroni e Teresa Federico.

 

Alla Sala Umberto di Roma, fino al 5 febbraio, è in scena la commedia musicale noir, Serial killer per signora, di Douglas J. Cohen.
Con questo spettacolo continua il sodalizio artistico tra Gianluca Guidi, che cura anche la regia e Giampiero Ingrassia, più che collaudato, dopo i successi dell’evergreen Taxi a due piazze, che riprenderà il prossimo maggio.
La nuova sfida per questa coppia di istrionici figli d’arte è questa commedia musicale noir, tratta da un film del 1968, a sua volta basato sul romanzo No Way to Treat a Lady di William Goldman.

Per Gianluca Guidi questa è una ripresa, perché aveva già diretto e prodotto lo spettacolo nel 2001, ma allora non era protagonista. Ora, invece, si cala anche nei panni del protagonista, Christopher Kit Gill, attore disoccupato, che vive nell’ossessivo ricordo della celebrità della madre, attrice da poco scomparsa.

Per raggiungere la notorietà, quella smania di apparire sulle prime pagine dei giornali newyorkesi – visto che la vicenda si svolge a New York – decide di diventare un serial killer, eliminando donne sulle quali lascia come marchio una bocca femminile disegnata con il rossetto, a simboleggiare quei baci che forse sua madre non gli ha mai dato, perché presa dalla sua carriera.

Ingaggia così una lotta ricca di suspense ma anche di divertimento con il detective Morris Bromo, interpretato da Giampiero Ingrassia, anch’egli desideroso di notorietà, di smania di successo, visto che ancora, pur quasi quarantenne, vive ancora in casa con l’opprimente e ossessiva madre, interpretata da Alice Mistroni. Mentre i due con i loro comportamenti si fronteggiano, senza conoscersi, sulla loro strada fa la sua comparsa la giovane Sarah Stone, interpretata dalla brava Teresa Federico, un’affascinante cultrice d’arte, che farà innamorare Morris e sarà un perfetto bersaglio per Christopher, che questa volta ci rimette le penne. Morris risulterà vincente.

Ottimo tutto il cast di questo Serial killer per signora. Gianluca Guidi, sia nei movimenti che nell’interpretazione, sfodera tutta l’efferatezza di un serial killer, unendo a questa certi comportamenti da dandy di altri tempi.
Giampiero Ingrassia, come sempre, anche in questo lavoro risulta convincente nella parte del grigio e anonimo detective, che insegue la notorietà, dimostrando ancora una volta la propria versatilità interpretativa, già messa in luce in altri ruoli come in Frankenstein Junior e Cabaret.

Validissima l’interpretazione di Alice Mistroni, che durante lo spettacolo dà vita a varie tipologie di donne, prima fra tutte la mamma di Morris. Ottime le musiche originali di sottofondo di Riccardo Biseo, “contaminando” le atmosfere noir del musical.
Da vedere.

Giancarlo Leone

Nessun commento

Rispondi