Parole Madri di Monica Lanfranco

0

 Una vita dedicata a documentare l’universo femminile, a denunciare ma soprattutto a capire. Monica Lanfranco, formatrice, giornalista e scrittrice propone Parole Madri – Ritratti di femministe.

Narrazioni e visioni sul materno,la sua ultima indagine tra le donne dell’universo femminista di questa epoca, perché le donne, quelle impegnate politicamente a rivendicare i diritti dell’“altra metà del cielo”, sono spesso anche madri. Soprattutto madri, perché una donna mai dimentica il suo ruolo primario di genitrice e lo difende nonostante la società la costringa a dividersi tra i numerosi ruoli che di volta in volta deve svolgere, sempre con dovizia ma anche spesso con molto affanno.
Edito da Marea, Parole Madri raccoglie le testimonianze di dodici donne – madri, diversissime tra loro ma unite dal loro impegno nel femminismo. Monica Lanfranco è madre a sua volta e la sua storia è il trait d’ union: da madre a madre, le donne si raccontano in un intreccio di pubblico e privato prezioso. Un progetto in embrione già dagli anni ’90, quando l’autrice, da poco diventata madre, è anche impegnata nella stesura del suo primo libro: Parole per giovani donne – 18 femministe parlano alle giovani d’oggi, un’inchiesta su quello che si doveva evidenziare dell’eredità del movimento femminista storico, quello che bisognava raccontare alle giovani donne della nuova era.

Dai racconti stessi delle donne intervistate allora si intravedono già gli elementi del percorso da seguire, dove andare a riprendere il discorso sulla specificità del movimento femminista che, forse proprio per la sua necessità di affermazione, ha trascurato l’unicità del ruolo della donna: quello di essere madre.

 

Monica Lanfranco non poteva non coglierlo e a distanza di anni, ripartendo da allora ma con la consapevolezza di un’esperienza maturata, punta l’obiettivo su come le donne femministe hanno vissuto la loro maternità. “In che modo dirsi femministe si incontra, (o confligge), con l’esperienza della maternità? Come cambia il rapporto con il nuovo essere che si mette al mondo? Quali contraddizioni, ricchezze e diversità vivono le madri che sono attiviste e impegnate in vario modo dentro ai movimenti delle donne?”.

Un lavoro necessario che finalmente porta in luce le difficoltà emotive, le conflittualità che le donne femministe hanno vissuto, nella speranza che possa contribuire ad una crescita culturale della società tutta.

 

Storie di donne molto diverse, unite dalla convinzione che la rivoluzione femminista ha cambiato il loro essere donne e madri. Il libro è corredato da filmografia, bibliografia e dai consigli di lettura delle intervistate. Oltre al libro cartaceo esiste anche la versione ebook e sul sito http://www.monicalanfranco.it/ il progetto di interviste ad altre madri femministe continua.

Roberta Ferruti

Condividi
Articolo precedente#Carta Bianca late show su Raitre
Prossimo articoloGiacomo Balla Un’onda di luce
Roberta Ferruti
Giornalista free lance. Ha iniziato negli anni '90 come cronista collaborando con diverse testate locali e nazionali. Ha scritto per Avvenimenti, Paese Sera, Il Manifesto e L' Espresso. Ha lavorato con Vito Bruschini per Laservision Edizioni curando pubblicazioni su arte, cultura, musica e salute. Lo scorso anno ha intrapreso un lungo viaggio in solitudine sulle rotte dell'immigrazione che si è concluso a Riace. Nei suoi blog https://tralerigheweb.wordpress.com/ http://www.tralerighe.cloud/ racconta di questo lunga e toccante esperienza e di storie di immigrazione e accoglienza. Attivista Verde negli anni '80 e '90, da sempre sensibile alle tematiche pacifiste ed ecologiste, è coautrice di una recente pubblicazione de Il Poligrafo L' ecofemminismo in Italia. Le radici di una rivoluzione necessaria a cura di Laura Cima e Franca Marcomin. Dal 2016 collabora continuativamente con Visum, dove cura la rubrica di Consigli per la lettura.

Nessun commento